Visita medico sportiva, ECG sotto sforzo, terapie infiltrative

Dr Yvan Sasso

Dr Yvan Sasso

Yvan Sasso, nato il 3 febbraio 1953 si è laureato a pieni voti in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Genova nel 1978, con una tesi di ricerca di Cardiochirurgia:  “La circolazione extracorporea negli interventi a cuore aperto” avendo egli frequentato, per tutti i sei anni del corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, la Clinica Chirurgica Universitaria di Genova ed in particolare la Cattedra di Cardiochirurgia del Prof. Giuseppe Venere. Quegli anni di pratica costante sono stata la base di una solida formazione di cardiologia e cardiochirurgia, che sarà poi molto utile in tutta la sua attività professionale ed in particolare nella Medicina dello Sport e nella Medicina d’Urgenza, dove l’apparato cardiocircolatorio rappresenta il principale aspetto sia nella valutazione della idoneità che nel tempestivo riconoscimento e la prevenzione di eventuali danni cardiaci. Dopo il superamento dell’esame di stato a Genova, si è iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Genova, dove risulta al numero 8597. Ha ottenuto l’idoneità in Medicina Generale prima con il Prof. Romano ed in  Chirurgia Generale poi con il Prof Andrei, all’Ospedale “Marina Rati” di Cogoleto.

Ha quindi praticato la chirurgia sia all’Ospedale Evangelico Internazionale che all’IST di Genova, con il Prof. Fausto Badellino. A Roma ha vinto una borsa di studio della Lega Tumori patrocinata dal Capo dello Stato per la ricerca sul cancro e si è dedicato in particolare alla chirurgia dei tumori del seno. A Milano, con il Prof. Marco Klinger, ha ulteriormente affinato le tecniche di chirugia plastica e ricostruttiva. Questa peculiare esperienza lo ha avvicinato alle tecniche di medicina estetica, attività che ancora attualmente segue con interesse. Sempre a Milano, Ospedale Nigurada, ha partecipato ai corsi avanzati di operatore 118 per il soccorso d’urgenza. Presidente della Società Italiana di Podologia dello Sport, ha partecipato agli aggiornamenti di Chirurgia del Piede del Prof. Pisani, con il quale ha operato presso la clinica Fornaca di Torino.

Dal 1979 è iscritto alla Federazione Medico-Sportiva Italiana (n° 9379) e nel 1982 ho ottenuto la Specializzazione in Medicina dello Sport presso la Scuola di Specializzazione dell’Università degli Studi di Genova, con una tesi sui bioritmi.

Nel 2010 gli viene affidata dal Prof. Plinio Richelmi una docenza nei Corsi Master Universitari della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Pavia in qualità di Professore a contratto. Questo prestigioso incarico rappresenta in un certo senso il riconoscimento ed il coronamento di una carriera dedicata interamente a questa branca della medicina. In questi anni ha approfondito lo studio sulle origini, la composizione e l’applicazione pratica dell’argilla pregiata “Eira” in molteplici patologie, in particolare della popolazione sportiva.

Sempre nel 2010 è nominato Socio Onorario dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria: una Istituzione leggendaria nella storia della Medicina e ad inizio 2011 viene insignito dal C.O.N.I. della Stella di Bronzo al Merito Sportivo.

Dr Sasso riconoscimenti

E’ nel 1979 che ha inizio l’attività medico-sportiva presso il Pio Lascito Nino Baglietto di Cogoleto e nel 1980, con l’aiuto di numerosi amici, ha dato vita al Centro Medico Sportivo “Rudy Barillà” che nei primi anni ha avuto la sua sede in Villa Nasturzio, ospite del Comune di Cogoleto, ai cui Amministratori va costante riconoscenza e deve essere riconosciuta da sempre una speciale sensibilità nell’instradare i giovani ad una corretta attività sportiva. Il dott. Sasso successivamente fondò un omonimo Centro Medico Sportivo in Ventimiglia in società con un collega e vi operò per alcuni anni.Da oltre 30 anni il Centro Medico Sportivo “Rudy Barillà” è ubicato nella attuale sede di Arenzano, provincia di Genova.

L'attività medico-sportiva ...

yvan sasso elicotteroCome medico sportivo, il dr. Sasso ha praticato molto l’attività “di campo”nel senso che è sempre stato attivo nel seguire da vicino tante attività sportive, sia livelli di vertice che ai più modesti livelli amatoriali: dalla pallavolo al ciclismo, dal calcio al rugby, dal pattinaggio allo sci, dai rally mondiali alla motonautica, dal canottaggio al motociclismo e molti altri sport. In particolare ha legato il suo nome alla Federazione Italiana Motonautica ed alla Federazione Italiana Canottaggio a sedile fisso delle quali è stato Presidente della Commissione Medica e Medico Federale per molti anni. Della F.I.C.s.f., con la quale collabora da 30 anni, è tuttora Presidente di Commissione Medica e Medico Fedrale ed è stato insignito nel 2008 dell’ONDA d’ORO al merito.

Dr sasso rescueSpecializzato nel recupero di infortunati in situazioni estreme, specie in acqua, ha ideato protocolli per la collaborazione del medico soccorritore con subacquei ed elicotteristi. Ha dedicato particolare attenzione alle tematiche legate ai caschi integrali ed al Crash “Turtle” Test. Titolare di Licenza Nautica oltre le 20 miglia e radiotetelgrafista di bordo. Soccorritore subacqueo egli stesso, in particolare per la Motonautica è stato per anni il Responsabile della Sicurezza del circuito mondiale del Campionato del Mondo sia Off-Shore che di Formula 1 ed è stato insignito nel 1998 del Good Samaritan Award per un salvataggio particolarmente impegnativo avvenuto a Mosca nel tratto antistante Gorky Park del fiume Moscowa. (Foto sotto).dr-sasso-mosca
E’ stato consulente medico della Facoltà d’Ingegneria Navale dell’Università di Genova per gli appuntamenti annuali della Waterbike Regatta, in particolare per l’edizione di Göteborg nel 1999.

Ha praticato sempre attività sportiva. In gioventù anche a discreti livelli: Atletica Leggera, Calcio, Automobilismo Rally, Tennis, Sci, Pattinaggio, Subacquea (Dive Master PADI – Immersioni a scopo scientifico tra gli squali dei caraibi ne
l 2014) ed Alpinismo (Monte Bianco dalla via normale italiana). Ha giocato a lungo a Rugby, attualmente pratica escursionismo e podismo (associato x molti anni al New York Road Runners)Predilige aiutare i neofiti ed i giovani sportivi in generale. Gli piace lo sport vero, onesto e pulito, per questo detesta ogni forma di doping e di disonestà sportiva praticata dagli atleti, ma ancora maggiormente se incoraggiata da dirigenti, genitori o peggio da medici senza onore.

Gli piace stare tra gli sportivi, gli amanti della natura e della forma psico-fisica, tra essi si riconosce e riesce a dare il meglio di sè.

VISITA

SPECIALISTICA

La visita medico sportiva e’ finalizzata ad una valutazione dello stato di salute complessivo dell’atleta. Lo specialista considera anche l’avanzamento nello sviluppo dei piu’ giovani, la postura, la morfologia di schiena e piedi, oltre ad ogni particolare emerso durante l’anamnesi. ECG, spirometria ed analisi delle urine, uniti ad un’esperienza quarantennale, garantiscono attenzione, scrupolo e cura del paziente. 

TEST

SPIROMETRICO

Si tratta di un esame non invasivo della funzionalita’ e del volume polmonare, utile anche per determinare l’incidenza che patologie quali l’asma bronchiale, diffusa soprattutto tra gli sportivi piu’ giovani, possono avere sulla pratica sportiva. Una corretta valutazione dei flussi espiratori ed espiratori, contestualizzata nel corso della visita, e’ prassi obbligatoria per il rilascio del certificato d’idoneita’. 

ECG

SOTTO SFORZO

Al fine di verificare lo stato di salute cardio-circolatoria tutti gli atleti sono sottoposti ad una prova da sforzo: questo esame si compone di tre rilevazioni  elettrocardiografiche, compiute a riposo, subito dopo lo sforzo fisico e dopo recupero. La prova fisica richiesta varia per intensita’ e durata sulla base dell’eta’ e della preparazione fisica di ciascun soggetto esaminato, può essere svolta su cicloergomentro o tapis roulant.

TERAPIA

INFILTRATIVA

La terapia infiltrativa intrarticolare, a base di cortisone e/o acido ialuronico, e’ indicata per gli sportivi e per gli adulti che avvertono dolore alle articolazioni. Le situazioni infiammatorie hanno cause molteplici, dallo stress articolare a malattie l’osteoartrosi, la visita con lo specialista puo’ chiarire meglio ogni singola situazione ed i benefici che si possono trarre dalla terapia infiltrativa.
Scopri di più

Questo Centro porta il nome di Rudy Barillà, un grande amico di gioventù e noto sportivo, che ha perso la vita a 27 anni a causa di un incidente stradale. Egli studiava bioingegneria e con il dr. Sasso era impegnato in particolare nella ricerca sulle valvole cardiache artificiali, lui dal punto di vista tecnico ed il dr. Sasso da quello medico. A questa struttura, al suo sviluppo ed al raggiungimento di livelli di eccellenza, il dr. Sasso ha dedicato senza risparmio tutte le sue forze.